lunedì 27 febbraio 2012

Caldereta di Astice in Cocotte

Il nostro San Valentino ... posticipato

Come potete ben immaginare quando il giorno di San Ventino cade infra-settimanale per organizzare una cenetta a regola d'arte le opzioni nel mio caso sono solo due:
- prendere un giorno di ferie per organizzarmi al meglio spesa, preparazioni culinarie ed l'allestimento della tavola 
- posticipare il festeggiamento.

Ho optato per la seconda opzione. Sabato scorso ho improvvisato quello che vedete nelle immagini in quanto è stata una giornata abbastanza movimentata.




La mattinata è volata tra sistemazione della casa (che non è mai comunque completamente in ordine), colazione con i bambini (briciole ovunque e via quindi con un'ulteriore pulizia), collocamento bambini dai nonni e di corsa per il brunch a Milano "Per Tutti i Gusti", rientro a casa, recupero della prole e fuga con loro al supermercato, visto che purtroppo la mia fedele bancarella del pesce al mercato aveva già chiuso.

Davanti al bancone ghiacciato del pesce fresco, le idee, gli ingredienti e le ricette hanno iniziato a ronzarmi nella testa come un'ape alla ricerca del polline su un fiore di lavanda ... poi ho avuto l'illuminazione (e l'ape si è posata). Gli astici si muovevano lenti nell'acquario, che è tappa fissa durante le nostre gite al supermercato. Andrea e Sofia immancabilmente meravigliati di fronte alle grosse chele e alle lunghe antenne. Selezionato l'esemplare, insacchettato e prezzato. Ho aggiunto alla lista pomodorini freschi, una cipolla rossa ed una bottiglia di vino bianco.

Destinazione -> home sweet home.

Ingredienti per la cottura dell’astice
1 astice – 1 kg circa per due persone
Una foglia di alloro
Qualche ciuffetto di prezzemolo
Un cucchiaio di sale grosso
Un quarto di limone
Sedano un pezzetto
Vino bianco


Devo ammettere che l'impresa è stata inizialmente ardua. Dopo qualche tentennamento, ho preso coraggio: ho disposto l’astice in una grande pentola, ho aggiunto tanta acqua fino a coprirlo, ho unito un cucchiaio di sale grosso, un quarto di limone, una foglia di alloro , del sedano, qualche foglia di prezzemolo ed un goccio di vino bianco. Ho acceso il fuoco a fiamma viva, ho chiuso con il coperchio e ho fatto cuocere l’astice per circa 20 minuti. 

Nel frattempo ho preparato il sughetto di pomodoro

Ingredienti per il sughetto di pomodoro
500 gr di pomodorini pizzutello
400 gr di polpa finissima di pomodoro
250 gr di passata di pomodoro
1 cipolla rossa
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
Un pizzico di paprica oppure peperoncino in polvere
2 gr di zafferano in pistilli oppure in polvere
Sale


Ho lavato i pomodorini,incisi e tuffati in acqua bollente per qualche minuto, privati della pelle e dei semini e tagliati a pezzetti. Ho posto l’olio nella "Cocotte Staub", ho acceso a fiamma viva ed ho unito la cipolla finemente tagliata ed i pomodorini, la polpa e la passata. Ho abbassato la fiamma, ho aggiunto un pizzico di sale e ho lasciato cuocere per circa 20 minuti.

Trascorso il tempo di cottura, l’astice ha assunto un colore rosso acceso con sfumature arancio. Una meraviglia. L’ho estratto dal brodo di cottura e l’ho lasciato raffreddare per qualche istante. Con le forbici da cucina ho tagliato la pellicina posta sul ventre, l’ho sollevata ed ho estratto la polpa. Ho eliminato il sacchetto grigio contenente la sabbia e il filo nero posto su tutto il dorso. Ho diviso il carapace a pezzetti. Ho poi aperto le chele ed estratto tutta la polpa. Ho tagliato a pezzi (non piccolissimi) la polpa e l’ho tuffata nel sughetto di pomodoro. Ho aggiunto un pizzico di paprica e lo zafferano. Ho lasciato cuocere, ammorbidire ed insaporire l’astice per circa 15 minuti. 




Una volta cotta, la nostra Caldereta è stata servita in piatti fondi ed ovali ed accompagnata da leggere focaccine fatte in casa … con il solo scopo di fare la scarpetta !!!

Della zuppa nel piatto e delle focaccine … nessuna traccia !!!

Il profumino era talmente delizioso che il fotografo ha pensato bene di tenerla al calduccio nella ghisa, scattare qualche immagine e poi sedersi a tavola … come dargli torto !!!

I tempi di preparazione non sono eccessivi ed il risultato è veramente gustoso.

Un unico consiglio: cuocete l’astice con gli elastici protettivi posti sulle chele. Andrete a toglierli solo quando sarà cotto !!!

A presto,

Carolina

_______________________________________________________________

... i consigli dalla cantina ...

"La ricchezza e la forza dei sapori, acidità e speziatura del sughetto, dolcezza dell'astice hanno bisogno, per essere bilanciate, dell'unione e forza di ben 4 vitigni delle Dolomiti dell'Alto Adige: il profumo e la suadenza del Sauvignon, la struttura e corposità dello Chardonnay e Pinot Bianco cucite e ricamate dall'aromatica dolcezza del Moscato giallo. Un bel vino simpatico e facile da bere con soddisfazione, con un nome diverso che lo fa ricordare e già lo descrive: 448 s.l.m. Cuvèe delle Cantine Girlan ~ Südtirol · Alto Adige"


In collaborazione con Daniele dell'Enoteca Frattolillo

30 commenti:

  1. Mi sembra di sentire un profumino....
    Veramente delizioso!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provare per credere ...Grazie Paola, buona serata !!!

      Elimina
  2. Il San Valentino appartiene alle coppie ed è giusto e sacrosanto festeggiarlo non a calendario ma quando si ha voglia di farlo.
    Molto bella questa ricetta, mi piace tantissimo l'astice, anche se io non so comprare il pesce e non oso mai farlo non avendo un fornitore di fiducia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Isabeau ... sarò un'eterna romantica, ma io adoro coccolare la mia dolce metà con ricette sfiziose, ma non solo coccolare e stupire anche i miei cuccioli ... per noi è sempre San Valentino ... ma è bello comunque fare qualche cosa di speciale per ricordarlo ogni anno :)

      Elimina
  3. Così si festeggia!!! Mamma mia che buono!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione ... e abbiamo fatto anche la scarpetta nella cocotte ... irresistibile :)

      Elimina
  4. Che meraviglia!!! Questa calderata è uno spettacolo di colore e di sapore!! Sei stata super-brava davvero...Un S. Valentino davvero speciale!! Un bacio!

    RispondiElimina
  5. Mamma che meraviglia!!!!Cavoli mi viene fame solo a vederlo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Karen ... prendi nota ... aggiungi gli ingredienti alla lista della spesa e mettiti all'opera !!! :) ciao ciao

      Elimina
  6. ciao Carolina, piacere di conoscerti, anche tu una splendida zuppetta da scarpetta......buonissima.
    da oggi ti seguo anche io
    baci sabina

    RispondiElimina
  7. Ciao Sabrina, che bello trovarti qui !!! Grazie ... non perdiamoci di vista :) Sai, sono stata colpita anche dalla tua compagna di ricette ...anche noi abbiamo un amico fedele, come il tuo ... biondo biondo ... il nostro Tommy !!!

    RispondiElimina
  8. troppo buono l'astice!! :) direi che hai improvvisato un piatto deliziosissimo!! :) un bacio, a presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Caro...a volte improvvisando si ottengono ottimi risultati ... :)

      Elimina
  9. noi quest'anno alla fine siamo usciti a cena... il mio regalo è stato non farmi cucinare per una sera :)
    Bellissima ricetta Carolina! Ci vediamo ai prossimi eventi!
    baci baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica ... avete fatto bene, anzi benissimo... e invece noi ci ripetiamo da tempo che ci servirebbe una cenetta fuori casa, soli soletti e senza bambini ... ma poi alla fine non resisto e cucino io ... Alla prossima cena ... kiss

      Elimina
  10. Questa tua ricetta è bellissima e buonissima... mi sono proprio immaginata la difficoltà di trattare con la bestia...coraggiosa!!!!
    A presto
    Francesca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca,grazie prima di tutto e poi sono contenta di aver reso l'idea ... è vero serve solo un po' coraggio !!! :) buon fin settimana ...

      Elimina
  11. grande, bellllissssimo modo di festeggiare.
    ciao ciao
    emme

    RispondiElimina
  12. Che delizia! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cara Silvia ... buon week end !!! Carolina

      Elimina
  13. Carolina che ricetta meravigliosa... golosa, succulenta e anche romantica perchè no, San Valentino prima o dopo.... l'importante e dirsi che ci si ama :-) Baci

    RispondiElimina
  14. Cara Ely, parole sagge le tue ... prima o poi ... :) Ti auguro una felice Domenica con la tua famiglia

    RispondiElimina
  15. Ti ringrazio davvero molto Carolina, mi fa piacere che la mia crostata ti piaccia :) E complimenti a te per questo piatto gustoso !!

    Buona domenica, Erica ♥

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erica, Grazie a te per il messaggio che hai lasciato ... buona giornata !!!

      Elimina
  16. Che bello il tuo blog! Sono innamorata della staub cocotte, ne vorrei tanto una! Spero di comprarla al piu presto!
    ho deciso di seguirti! A presto
    Claudia
    http://petitecuilliere.blogspot.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, Grazie !!! Sono contenta che tu sia passata di qui, che il blog ti sia piaciuto. Grazie per essere diventata una mia sostenitrice :) Buona giornata, Carolina

      Elimina
  17. mi hai fatto prendere coraggio, adoro l'astice ma non ho mai avuto la forza di cucinarlo...nel caso volessi servirlo intero, in ogni caso dovro' aprirlo e pulirlo dal sacchetto grigio dopo la cottura come da te indicato, giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valentina, scusa per il ritardo con cui rispondo ... comunque anche se tu volessi preparare e servire l'astice intero ... procedi con la cottura...poi dovrai dividerlo in due, eliminare il sacchetto grigio e poi servirlo come più ti piace :)

      Elimina