venerdì 29 giugno 2012

Polipo in Cocotte & Cous Cous

E’ sempre Lei la protagonista delle lunghe cotture a fuoco lento nella mia cucina: la Cocotte Rossa Staub.
Inoltre se decido di utilizzare pomodorini freschi, rossi e maturi non c’è migliore compatibilità cromatica.
Sono forse troppo esigente con me stessa ? Non solo non posso prescindere dall’abbinamento scarpe e borsette, ma anche in cucina amo gli accostamenti curati, ricercati e tono su tono … Siete liberi di dirmi se esagero !!!
La ricetta di oggi porta con se un segreto speciale. Un aneddoto culinario tramandato con amore, che oggi ha raggiunto anche la mia cucina.




Forse per alcuni di voi potrà essere noto e far parte delle vostre tradizioni familiari, io l’ho accolto con stupore ed un pizzico di perplessità e mi sono dovuta ricredere.
Quando ci si trasferisce per una buona ed intensa parte della propria vita in un paese diverso dal proprio, come è accaduto alla mia cara Zia, la cultura, le tradizioni e le usanze del luogo che ci accoglie diventano parte di noi, arricchendo il nostro bagaglio.
Ritornando poi nel paese natale, con il passare del tempo, si ricordano con nostalgia i vecchi tempi e riemergono aneddoti e racconti racchiusi tra i tanti cassetti della nostra memoria.
Quando ho raccontato di dover cuocere il polpo in un passato di pomodori freschi e basilico, uno dei tanti cassetti si è aperto rievocando piacevoli ricordi ed il consiglio di una simpatica vecchina partenopea. L’aggiunta di un tappo di sughero durante la fase di cottura rende la carne del polipo molto più tenera e morbida.




Il tocco chic in più della Zia ha voluto che il tappo fosse di Champagne e detto fatto ne conservavo uno !!
Non sono alla ricerca di conferme. Se è effettivamente vero che il sughero dia morbidezza alla carne del polpo oppure no, non è mio interesse scoprirlo.
Sono solo felice di sapere che le antiche tradizioni tramandate dai pescatori possano rivivere oggi nelle nostre moderne cucine.
Conservo con cura il tappo di sughero (quello di Champagne, ovviamente!) e non mancherò di utilizzarlo ancora !!!
Il polipo era eccezionalmente morbido !!!




Polipo 1kg circa
Polpa di pomodoro 500 gr
Passata di pomodoro (1 bottiglia)
Olio Extravergine di Oliva
Basilico fresco
Sale grosso
Peperoncino in polvere (facoltativo)
Cipolla rossa di Tropea piccola
Cous Cous


Pulite il polipo lavandolo sotto l’acqua corrente. Privatelo del "becco" e degli occhi (diversamente potete farvi pulire il polpo in pescheria).
La mia versione prevede l’utilizzo della pentola a pressione, ma potete utilizzare una pentola comune.
Disponete il polpo nella pentola, coprite con acqua e salate (sarà sufficiente un cucchiaio di sale grosso).
Cuocete per soli 5 minuti. Mentre il polipo cuoce, preparate un soffritto con olio e cipolla a fettine finissime.
Unite la polpa di pomodoro e cuocete a fuoco lento.
Estraete il polipo dalla pentola, lasciate intiepidire e tagliate a pezzetti.
Unite il polipo al pomodoro, fate insaporire ed unite la passata di pomodoro e le foglie di basilico.
Regolate con il sale ed un pizzico di peperoncino a vostro piacere.
Cuocete a fuoco molto basso per circa 45’ minuti.
Poco prima della cottura preparate il cous cous seguendo le istruzioni che trovate su ogni confezione.




Riempite con il cous cous degli stampini da muffin in silicone mono-porzione (ne trovate in gran quantità e per tutti i gusti presso Coltelleria Collini di Busto Arsizio) e premete la superficie per compattarlo.

Servite il polipo in umido accompagnandolo con una porzione di cous cous. Decorate con foglie di basilico fresco.

Vi auguro una splendida giornata estiva !!

Carolina

28 commenti:

  1. Che fantastica ricettina! Mi piace tantissimo l'idea di abbinare il polipo con tutto il suo sughetto di pomodoro al cous cous.
    La tua presentazione poi è veramente elegantissima.
    Complimenti!
    Un bacione Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monique, è un piacere ritrovarti qui !!! Grazie :)

      Elimina
  2. un vero tocco di classe!!!! complimenti per la presentazione del piatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao ... Grazie !!! Dopo un paio di tentativi la presentazione fotografata è stata quella che ci piaceva di più !!!

      Elimina
  3. che squisitezza, complimenti.. e buon w.e.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena ... Grazie mille !!! Buon inizio settimana :)

      Elimina
  4. Veramente buono e complimenti pe rla presentazione. Buon we

    RispondiElimina
  5. Divino!

    Complimentoni hai eseguito un piatto unico spettacolare!

    Buon fine settimana!

    Lucia e Vanessa:-)
    I SAPORI DI CASA MIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Care Lucia e Vanessa, vi ringrazio per il vostro messaggio !!! Baci

      Elimina
  6. Wow che meraviglia!! e le foto sono bellissime|!!

    RispondiElimina
  7. ...mmm ... allora non ti dico nulla sul tappo di sughero... ma la prossima volta che cucinerò il polpo, magari ti svelerò il tutto... ti lascio nel dubbio! :) ma sappi che l'ho avuto anche io. E da bravo ingegnere, mi sono dovuta anche imporre invece di scoprire la verità! :) ma la mia storia non è così bella, nella tradizione, come la tua. La mia fa tanto tanto ridere! :) :) :) bacino, e complimenti per l'accostamento polpo e cous cous! ero proprio curiosa di vedere cosa avresti fatto! bacino!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... eh ma se allora la metti sul "ti lascio nel dubbio" mi hai incuriosita !!! Hai già postato il tuo racconto? Baci

      Elimina
  8. Buon piatto e belle foto, come sempre;-)

    RispondiElimina
  9. Allora Proverò anche io il segreto di tua zia ;-)
    Quando ho visto la foto col sughero pensavo fosse caduto per caso e invece ....
    Adoro le antiche tradizionii e le storie di una volta
    La tua presentazione e' magnifica , come sempre!
    Vaty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Vaty...sono un po' in ritardo con le risposte, ma il prossimo post svelerà il motivo :) Comunque Grazie per il messaggio !!!

      Elimina
  10. Che meravigliaaa e che squisitezzaaa complimentiiiii
    ciaoo e buona serata :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao !!! Grazie e buon inizio settimana visto che è quasi lunedì mattina :(

      Elimina
  11. Ma dai, questa del tappo non la sapevo proprio... c'è sempre da imparare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai visto cara Nus ... anche io non l'avrei mai detto !!!

      Elimina
  12. Quella del tappo di sughero non l' avevo mai sentita!!! Da tenere bene a mente allora...Il tuo piatto è strepitoso Carolina e solo a guardarlo viene voglia di mangiarlo all' istante!! Un bacione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Patty ... sono leggermente in ritardo con le risposte ai messaggi!!! Proprio ieri ho rivisto mi Zia e le ho raccontato del post ... spero lo legga presto :) E mi raccomando provare per crederci !!! :) Baci

      Elimina
  13. Ciao, sono passata ad invitarti ad un post di massa; se passi da Antonella autrice del blog Il tempo ritrovato e leggi questo articolo capirai il perché

    http://iltemporitrovatodiantonella.blogspot.it/2012/07/timbuctu.html?
    > utm_source=BP_recent


    stanno distruggendo qualche cosa che appartiene al patrimonio dell’umanità, ma nessuno ne parla, se vuoi aiutaci a spargere la voce e a sollevare un “polverone”.
    Oggi leggi l’articolo sul blog di Antonella poi, se ti va invita quante più persone puoi a leggerlo inviando loro questo commento, poi, sempre se ti va, martedì 10/07 passa da Antonella, copia il post che pubblicherà e mettilo sul tuo blog,se lo facciamo tutti insieme e ci aiutate a spargere la voce aumentiamo la portata e possiamo far sapere a tutti quello che sta succedendo , perciò , se potete fate girare questo commento. L’intento è quello di creare un fenomeno di massa che permetta di far trapelare la notizia il più possibile, nel nostro piccolo vogliamo dare un contributo, se ti va aiutaci anche tu. Collabora con me e Antonella in questa opera di sensibilizzazione Audrey autrice del blog Borderline.
    P.S.ummmm sembra buonissimo...a presto

    RispondiElimina
  14. L'abbinamento cromatico fà da enhancer a chi fotografa, i sapori ed i profumi si immaginano, il sughetto mescolato al cous cous è molto goloso. Il tappo di sughero è una cosa che ho sentito più spesso da Roma in giù...qui che polpi e piovre ne fanno, ma in altro modo, non so come facciano a renderlo morbido. Io però non amo molto i tentacolati :-(, gli unici che sopporto son quelli a biscotto, però ho apprezzato tanto leggere e guardare. Buona giornata e a rileggerci presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Fabi ... ti ringrazio per le belle parole ... buona giornata anche a te !!!

      Elimina