venerdì 14 ottobre 2011

Cozze, Pomodoro e Rosse di Tropea

Rieccomi. Scusate il ritardo e l’attesa, ma sono stata travolta da un vortice di impegni, riunioni inderogabili (bimbi e scuola) e pensieri, idee e progetti. Piano piano vi aggiornerò su quanto accadrà nei prossimi mesi e spero di ricevere tutto il vostro sostegno. 

Bene, qualche settimana fa - e qui apro subito una parentesi: ho un arretrato di scatti fotografici e ricette enorme e purtroppo non riesco a trovare il tempo per sedermi davanti al pc e scrivere quanto vorrei raccontarvi e qui la chiudo – ho realizzato questa gustosissima ricetta per il mio maritino … ogni tanto, come ai vecchi tempi è bello organizzare qualche cenetta romantica anche se di romantico e di intimo, con i due cuccioli scatenati che si rincorrono in cucina, non c’è proprio nulla … comunque il succo sta nel fatto che il piattino sia stato molto apprezzato. Purtroppo in questa occasione non ho realizzato il pane in casa, ma per la ricetta spero di accontentavi presto, visto che questo sughetto di mare ha necessariamente bisogno di esser gustato con qualche fettina di pane leggermente tostato.




Passo subito alle dosi ed al procedimento.

Dosi per 2 persone
1 kg e ½ di cozze italiane. In questo periodo al mercato se ne trovano ancora. Sono molto più piccole di quelle spagnole, ma decisamente più gustose. 
1 cipolla di tropea tagliata finissimamente
2 cucchiai di olio E.v.o.
500 gr di passata di pomodoro
200 gr di pomodorini tondi freschi
1 spicchio di aglio – sedano - prezzemolo
1 bicchiere di vino bianco
Sale q.b. e pepe
Basilico fresco in foglie


Se avete acquistato le cozze in mattinata, avvolgetele in un panno di cotone da cucina inumidito con acqua e conservate il frigorifero fino al momento della cottura. Se invece dopo averle comprate volete passare subito alla preparazione: lavate le cozze sotto l’acqua corrente. Eliminate quello che comunemente viene chiamato “spago” e se presenti togliete con l’aiuto di un coltellino tutte le impurità che sono rimaste attaccate al guscio. Senza alcuna esitazione cestinate le cozze aperte e semi aperte e quelle rotte. In questo modo eviterete di incorrere in un sicuro mal di pancia. 




Ponete le cozze in un ampio tegame, unite alcune foglie di prezzemolo, uno spicchio di aglio diviso in due ed alcuni pezzetti di sedano. Cuocete a fiamma alta, unite il vino bianco, lasciate sfumare e poi abbassate la fiamma. Quando le cozze saranno aperte saranno cotte. Lasciatele raffreddare. 

Per questa ricetta ho utilizzato delle cocottes mono-porzione Staub. Ponete la vostra cocotte sul fuoco a fiamma viva, unite un cucchiaio di olio e la cipolla di tropea che avrete finemente tagliato in precedenza. Lasciate cuocere per qualche minuto con il coperchio. Unite poi i pomodorini, lavati, divisi a metà e poi la passata. Salate leggermente. Cuocete a fiamma bassa per una decina di minuti. Nell’attesa, eliminate parte delle cozze dal loro guscio e tenetene da parte solo qualcuno per la decorazione finale. Unite le cozze al sughetto di pomodoro e cuocete per altri 10 minuti, sempre a fiamma molto bassa. Tagliate ed abbrustolite qualche fetta di pane. Servite ben calda nelle vostre cocottes mono porzione accompagnando con una macinata di pepe e foglie di basilico. 

Buona “scarpetta” a tutti.

A presto, Carolina

11 commenti:

  1. sono rimasta incantata dalle cocotte, anche io ho in mente di comprarle. Per quanto riguarda la ricetta, credo sia fantastica, da noi le cozze vengono presentate sempre col guscio.

    RispondiElimina
  2. Ottima ricetta...adorabile pesce!!! Baci e buona giornata ;)

    RispondiElimina
  3. Carolina che ricetta bonissima! farei la felicità di mio suocero che adora le ozze! buon w.e.

    RispondiElimina
  4. Questa ricetta è davvero buonissima, la scarpetta ce la farei anche adesso per merenda! :)

    RispondiElimina
  5. Beh io potrei tuffarmi in quel tegame...adoro i frutti di mare...potrei vivere solo di quelli....complimenti!!!

    RispondiElimina
  6. Ciao carolina, piacere di conoscerti. Mi sono messa anch'io fra i tuoi sostenitori, così ci potremo tenere in contatto. Grazie per essere venuta a trovarmi. Baci buon WE a presto
    Carla Emilia

    RispondiElimina
  7. Che buone con le cipolle!!!! e che belle foto, complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. ciao Carolina mi chiamo Dorotea e anche io ho un blog di cucina, sono arrivata da te per caso e sono rimasta affascinata dal tuo blog e sopratutto dalle tue foto bellissimeeeeee.
    Mi aggiungo volentieri ai tuoi sostenitori cosi non ti perdo di vista e se vuoi passa a trovarmi mi farebbe molto piacere.
    Baciotti dorris

    RispondiElimina
  9. @ Ciao Roberta, ti ringrazio e benvenuta nel mio cafe...Le Cocottine Staub non sono solo belle, ma hanno anche molti punti di forza...Potresti trovare tutte le informazioni che cerchi sul sito ColtelleriaCollini. Grazie, a presto

    @ Grazie Lia !!

    @ Grazie anche a te Frullina !!

    @ Ti ringrazio Ely per essere passata ancora di qui. Sai, anche io ti seguo adesso e complimenti ancora...

    @ E brava Elisa !! La scarpetta non ha orari...

    @ Grazie Claudia !!

    RispondiElimina
  10. @ Con molto piacere Carla. Teniamoci in contatto...

    @ Ti ringrazio Colombina !!

    @ Cara Dorris, ti ringrazio per i complimenti. sono felice di averti ritrovato tra i miei sostenitori...a presto, carolina

    RispondiElimina