mercoledì 18 luglio 2012

Paella de Mariscos

… ed ancora ricordi di viaggio.

Viaggiare alla scoperta di nuovi mondi ...
nuovi sapori, essenze e profumi lontani.

Una ricetta è molto più di un semplice elenco di ingredienti e procedimenti descritti con cura.

Quando i ricordi di viaggio si fondono con i colori di un piatto solare, estivo e conviviale.

Non avendo ancora rielaborato una ricetta greca, oggi vorrei condividere con voi una ricetta legata ad un’isola altrettanto speciale per noi:

"Paella de Mariscos" e la nostra Formentera ...

Ricetta tratta dalla rubrica “Azzurro come il Mare “ - Open Kitchen Magazine n° 5 - mese di Giugno.




Mi trovate alle pagine 54/58 con la ricetta della Paella ed anche alle pagine 28 e 81 !!!

“Quando si avvicina l’estate il nostro pensiero vola verso il mare. Lunghe camminate sulla spiaggia, sabbia fine e corallina, acque limpide e cristalline in cui specchiarsi. Bambini felici tra sabbia, biglie e formine. Amici spensierati attorno ad una tavola, semplicemente imbandita, sotto la calda luce del tramonto. Un piatto di mare dai sapori e dai colori estivi potrebbe essere il protagonista della tavola e diventare simbolo della convivialità.

La Paella, piatto spagnolo, ma oggi considerato internazionale, come accade per tutte le ricette della tradizione culinaria di un paese, porta con se diverse modalità di preparazione, varianti differenti e presentazioni alternative.

La versione che vi propongo oggi è forse una delle più comuni, ma credo anche una delle più apprezzate.

Un piatto fresco, estivo, che permette di portare i colori del sole e del mare sulla nostra tavola. Un piatto che per la sua particolare presentazione è tipicamente da “centrotavola” non fa che portare buon umore ... "




Difficoltà: media

Tempi di preparazione: 30 minuti

Tempi di cottura: 20 minuti

Dosi per 4 persone


Ingredienti:
1 cipolla media finemente tagliata
Brodo di pesce 1 ½ lt.  - preparato con pesce fresco

(oppure con Cuore di Brodo Knorr - piatti di pesce)
500 gr di calamari ad anelli freschi
700 gr di cozze
500 gr di vongole veraci
500 gr di gamberi freschi
4 gamberoni
Olio Extravergine di Oliva
Paprika di Tropea 1 cucchiaino
Zafferano 2 bustine
Riso Arborio 400gr
½ peperone giallo
½ peperone rosso
200 gr di piselli fini freschi oppure congelati
Prezzemolo fresco ed aglio 1 spicchio
200 ml vino bianco secco


Preparate il fumetto di pesce. Utilizzate circa 1l ½ di acqua.Se realizzato con pesce fresco unite anche del sedano, una carota, la scorza di limone, un ciuffetto di prezzemolo e sale grosso; diversamente utilizzate dell’ottimo cuore di brodo per piatti a base di pesce. 

Disponete le vongole in acqua fredda con l’aggiunta di un cucchiaio di sale grosso e lasciate che spurghino leggermente rilasciando la sabbia. Potete ripetere questa operazione anche un paio di volte a distanza di un’ora l’una dall’altra.

Lavate le cozze sotto l’acqua corrente. Eliminate la “barbetta” sporgente dal guscio. Disponetele in un tegame con uno spicchio di aglio, del prezzemolo ed irroratele con del vino bianco. Fate evaporare. Chiudete con un coperchio e lasciate che si schiudano. Una volta aperte, eliminate l’aglio e fate raffreddare. Tenete da parte alcune cozze, quelle più belle con il guscio per la decorazione finale del piatto, mentre sgusciate le restanti.

Lavate e sgusciate anche i gamberi. Eliminate anche il filo nero sul dorso di ciascun gambero. Lavate e tagliate anche a pezzetti i calamari. Procedete nello stesso modo anche con il peperone giallo e quello rosso: lavateli, eliminate i semi e tagliateli a cubetti.

Lasciate schiudere le vongole come avete fatto con le cozze: aglio, prezzemolo e vino bianco.

Disponete la cipolla, finemente tritata, con qualche cucchiaio di olio nella paellera. Fate imbiondire la cipolla ed unite i calamari, i peperoni ed i piselli. Aggiungete con ordine il riso e le due bustine di zafferano, la paprika e fate tostare. Unite un paio di bicchieri di brodo di pesce. Una volta evaporato il brodo, procedete unendo i gamberi, le cozze e le vongole. Tenete da parte solo quelle più belle con il guscio. Unite ancora il brodo fino a cottura ultimata del riso. Regolate di sale se necessario. Unite circa 5 minuti prima del termine della cottura i gamberoni.

Decorate il piatto con le cozze e le vongole con il guscio, disponendo i gamberoni al centro.




Servite ben calda accompagnata da un calice di vino ...

A presto ...

Carolina

17 commenti:

  1. Direi che vi portate proprio dei bei ricordi :-) ehhhe Buonissima, ha un aspetto meraviglioso! Un bacio!!

    RispondiElimina
  2. ha dei colori meravigliosi e un gusto sicuramente sublime

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ... colori solari ed un piatto dal sapore di mare ... A presto :)

      Elimina
  3. Mamma mia che fame che fai venire! E lo sguardo si allarga con tutti quei colori! Se ad agosto riesco a trovare un po di tempo, provo a rifare questo capolavoro nella nostra piccola cucina in mansarda. Speriamo di vederci... a presto! Elena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Ciao Cara ... ho ricevuto la bella news ... non possiamo non vederci :) Dobbiamo festeggiare il tuo ritorno !!! Bacio

      Elimina
  4. Semplicemente SPETTACOLARE!!!!!
    BRAVISSIMA!!!!
    SILVIA S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) Sei sempre troppo ESAGERATA !!!

      Elimina
  5. Era da tempo che cercavo una ricetta che mi ispirasse e la tua mi ha subito conquistata!!! Bravissima come sempre!
    Scusa se era da un pò che non passavo a trovarti ma ultimamente me ne sono successe di tutti i colori!!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Doris ... oh mi dispiace sapere che hai avuto giornate "intense" ... spero vada meglio adesso ... Grazie per essere passata di qui ed aver lasciato il tuo pensiero ... Baci !!!

      Elimina
  6. che meraviglia, adoro la paella, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi ne andiamo matti ... non resta mai neppure un chicco di riso !!! :) Buon WE

      Elimina
  7. ma che bonta'...pensavo proprio di farne una..in questi giorni!
    complimenti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... Cara Enza, com'é andata con la tua Paella ? A presto ...

      Elimina
  8. la paella mi ricorda il mio viaggio in spagna, di tanti anni fa, tra siviglia, cordoba, barcellona, valencia. allora avevo 17 anni, e di cose ne sono cambiate. ma come allora stavo già con mio marito, e come allora amavo viaggiare. unico neo: giuro che all'epoca non ero una buona forchetta!!! davvero, ero una piaga d'egitto: e le zucchine no, e i piselli no, e la paella "dipende da come è cucinata"... uh che piattola che ero! :) oggi invece ingurgito di tutto, è stato un percorso non cercato, ma capitato. e la sai una cosa? oggi mi piace veramente di tutto! e immagino anche questa paella così bella! :) bacino! sere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sere, ti ringrazio per la tua condivisione ... viaggi, racconti e ricordi ... anche io ero decisamente più schizzinosa prima (anche se non sembra) ed in questi ultimi anni ho fatto dei grandi passi avanti ... Baci Baci

      Elimina
  9. Complimenti per il tuo blog... ho cliccato casualmente su questa splendida ricetta e ci trovo una tovaglia simile a quella che hai commentato tu, che coincidenza!

    RispondiElimina