lunedì 3 gennaio 2011

Cantucci e Tartufon au Chocolat

Un augurio di  cuore a tutti voi: con la speranza che il Nuovo Anno porti con se tanta  gioia e serenità e che possa sorprenderci con nuove avventure!!!
Dopo aver trascorso le ultime settimane allo studio dei menu, alla ricerca dei giusti ingredienti, dopo le corse fatte nei supermercati, alle bancarelle del mercato di frutta e verdura, dal nostro pescivendolo di fiducia, dopo aver addobbato ed allestito le tavole delle feste prima in verde e poi in rosso…ed infine dopo aver trascorso ore ed ore ai fornelli ed attorno alla mia calda Isola Bianca: la mia cucina ...
eccomi a voi, un po' stanca, ma felice, per lasciarvi qualche immagine di immancabili dolcetti che hanno addolcito e che da sempre chiudono i nostri pranzi e le cene delle feste.

Cantucci
Un classico tra i biscotti a pasta secca, i Cantucci con le loro mandorle intere sprigionano un delicato profumo di vaniglia…
Dedicati a Patty, carissima sostenitrice e golosissima di Cantucci. 
Il barattolo ha perso molto in fretta il suo dolce contenuto…


Setacciate 250 gr. di farina sulla spianatoia, aggiungete un pizzico di sale, 150 gr. di zucchero ed una bustina di vaniglia, mescolate con cura, formate una fontana e versate al centro 2 grandi uova leggermente sbattute; lavorate bene l'impasto con le mani, poi incorporate 100 gr. di mandorle intere ed un cucchiaino raso di lievito e lavorate ancora per qualche minuto cospargendo se necessario il piano di lavoro con della farina. Quando l'impasto e ben compatto ed asciutto significa che è pronto. Dividete l'impasto ottenuto in due e formate due filoni di circa 3 cm. di larghezza; disponeteli ben distanziati su una placca da forno rivestita con carta forno. Cuocete in forno a 160° circa fino a quando i filoni non risultano dorati (circa 15 minuti). Estraete la placca dal forno e tagliate i filoni a fettine larghe 1 cm in diagonale, dando così la forma del Cantuccio. Disponete tutte le fettine ancora sulla placca da forno ed infornate il tutto per circa 10 minuti (fino a completa doratura). Lasciate raffreddare. 
Ottimi con il Vin Santo oppure con vini da dessert liquorosi.
Si possono preparare con largo anticipo, dato che si conservano anche per 2 settimane in scatole di latta ben chiuse.


Tartufon au Chocolat


Lavorate 175 gr. di burro ammorbidito in una ciotola con 3 cucchiaio di zucchero fino ad ottenere una crema soffice e liscia. Fate fondere a bagnomaria 250 gr. di cioccolato fondente tagliato a pezzetti insieme ad 1 cucchiaino di panna fresca. Versate il composto di cioccolato sulla crema di burro e mescolate delicatamente aggiungendo 2 cucchiaini di liquore al caffè oppure di caffè ristretto. Mettete la ciotola in frigorifero fino a quando il composto non si sarà solidificato. Versate abbondante cacao amaro su una placca. Togliete dal frigorifero il composto di cacao e create con le mani cosparse di cacao tanti tartufi di piccole dimensioni ed irregolari. Poneteli in un logo fresco fino al momento di servirli.



Questa puo' essere una ricetta base, che può essere personalizzata aggiungendo un cuore di nocciola ad ogni tartufo oppure cospargerli con un trito di mandorle … cioccolato bianco …pistacchi … cocco … 

2 commenti:

  1. Piacere Carolina. :)
    A parte i Cantucci, mi "invitano" i tuoi tartufon al liquore al caffè.

    RispondiElimina